Provincia autonoma di Trento
Articolo

I Global Shapers dell’hub di Trento

È nato a Trento un centro formato da giovani professionisti e studenti impegnati a creare progetti concreti di impatto ambientale e sociale in Trentino. Il centro è parte del network globale dei Global Shapers, giovani under 30 che credono nella capacità di impatto delle nuove generazioni.

La forza globale degli shapers

Il World Economic Forum (WEF) è una organizzazione internazionale senza fini di lucro con la missione di migliorare lo stato del mondo coinvolgendo leader dal mondo del business, politico, accademico e della società.

Sulla scia di questa organizzazione si è resa palese la necessità di coinvolgere una rappresentanza giovane che potesse dare il suo contributo. È quindi nata la comunità dei Global Shapers , associazione no profit legata al WEF ma che agisce come una organizzazione indipendente. I Global Shapers sono giovani dai 18 ai 30 anni, che sviluppano progetti in grado di fornire risposte concrete ai bisogni sociali ed ambientali della loro comunità. Il tutto viene portato avanti mettendo a fattor comune il proprio talento, la propria passione e competenza professionale, per guidare il cambiamento a livello territoriale. Oggi questa community conta oltre 9.500 Shapers, ed è presente in 164 paesi. Gli hub, incentrati nei grandi centri urbani di tutto il mondo, sono oltre 425, di cui 7 presenti in Italia nelle città di Roma, Milano, Genova, Torino, Firenze, Venezia e Palermo e Trento.

Verso nuove sinergie territoriali

Creato grazie all’intuizione del Prof. Nicola Pugno dell’Università di Trento e il dott. Francesco Anesi, il neonato Hub di Trento rappresenta una piattaforma di progettazione ed azione per la comunità trentina. I protagonisti sono giovani con competenze professionali e storie di vita molto diverse tra loro. Si stanno impegnando per sviluppare, in sinergia con le aspettative dei vari stakeholder del territorio trentino, progetti che possono generare un impatto positivo in tre ambiti tematici specifici: cambiamento climatico e ambiente, educazione e occupazione, equità ed inclusione.

La missione sul territorio trentino è precisa: creare progetti ad alto valore aggiunto, allineati agli obiettivi di sviluppo sostenibile dell'Agenda 2030 e della Strategia Provinciale di Sviluppo Sostenibile e capaci di dare risposta alle grandi sfide del nostro tempo. Non esistono progetti pilota imposti dall’alto, ma al contrario si tratta di soluzioni nate dal basso e basate sul principio dell’innovazione aperta e trasversale.

Il primo progetto che il team di Shapers ha deciso di portare avanti è Save One Seat: nata grazie ad un’idea dell’Hub di Roma, è una piattaforma in cui i ristoratori vendono buoni acquistabili dai clienti e consumabili in futuro. Il fine è quello di creare liquidità per uno dei settori più colpiti dal l’emergenza COVID-19.
Improve è un altro progetto che l’Hub di Trento lancerà a partire dal prossimo anno scolastico. Nato tre anni fa nell’Hub di Milano, è un’iniziativa rivolta alle scuole medie-superiori con lo scopo di diffondere maggiore conoscenza tra alunne e alunni su tutte le tematiche e competenze considerate centrali per il mercato del lavoro del futuro, come il cambiamento climatico, le soft skills, la capacità di saper interpretare sistemi complessi. È un progetto che guarda al futuro, nelle tematiche proposte e nella possibilità di essere portato avanti anche in situazioni di restrizione definite dall’emergenza coronavirus con modalità telematica.

Gli Shapers di Trento sono già attivi su Facebook e su Instagram , dove tengono aggiornato il loro lavoro e quello di tutta la comunità italiana e internazionale.

Il team dell’Hub di Trento conta ad oggi nove membri: Ilaria Corridori, curator, Angelo Fasulo, vice- curator, Elena Rusci, impact officer, Daniele Pierre Castellan, Micol Chiesa, Agnese Colasanti, Anna Dallafior, Claudio Passalacqua. L’hub punta però ad allargarsi: le iscrizioni sono infatti aperte e l’invito è a presentare la candidatura all’indirizzo mail globalshapers.trento@gmail.com.

L’opportunità di entrare a far parte della community dei Global Shapers è prendere parte ad un gruppo eterogeneo che “agisce localmente, pensando globalmente”, impegnandosi in proposte progettuali ad alto impatto sociale ed ambientale in sintonia con gli obiettivi di Agenda 2030 e che hanno come fonte di ispirazione le bellezze del Trentino e della gente che lo anima.

Scritto da Global Shapers - Trento hub

Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l’utilizzo dei cookie.

Informativa cookiescookies